0229013496 corsi@espm.eu

Collaborazione e produttività non possono che marciare di pari passo.

Collaborazione e produttività non possono che marciare di pari passo. Nessun manager può incrementare la sua produzione senza un sano rapporto con tutti i membri del suo team. Ecco perché la collaborazione non solo nel rapporto manager-sottoposti, ma anche tra gli stessi colleghi è fondamentale.

Innanzitutto serve un organigramma chiaro, dove ci sia un supervisore e non molti ruoli intermedi. Questi ultimi spesso sono causa di gelosie e invidie e influiscono negativamente sulla produzione.

Si deve poi remare tutti nella stessa direzione. Lavorando a più mani su singoli task è un’iniezione di adrenalina, che sollecita l’impegno e favorisce la collaborazione.

I meeting servono, ma non devono essere troppo frequenti. Alcune grandi multinazionali si sono date delle regole ferree sugli incontri tra colleghi. Intel, per esempio, all’inizio del meeting chiede che vengano identificati e condivisi i pochi e chiari obiettivi dell’incontro. In Apple invece è possibile sospendere il meeting se una buona parte dei presenti lo ritiene inutile.

I leader devono impegnarsi a rendere i processi decisionali standardizzati e fluidi, chiaramente assegnati a poche figure responsabili. Il tempo risparmiato dalle lungaggini decisionali potrà finalmente essere investito per valutare nuove opportunità di crescita e per portare vantaggio concreto all’impresa.

Ogni componente di un team può avere idee, giuste o sbagliate. Il buon manager deve ascoltare tutti, ma poi saper decidere con saggezza, concentrandosi solo su pochi punti. Pochi progetti per volta, ma selezionati con dovizia senza prendere scelte accettate. E, una volta accettata una sfida, tutti si devono impegnare al meglio per portarla a termine. Sia chi ne era promotore, sia chi aveva altre proposte precedentemente scartate.In termini calcistici il leader Amplificatore è quell’allenatore che senza avere campioni in squadra riesce comunque a portare a casa risultati soddisfacenti, facendo giocare al meglio i suoi ragazzi. Il Riduttore al contrario, pur avendo in squadra calciatori eccezionali, finisce per creare un clima di tensione che rischia di annullare i singoli talenti e di portare il suo team a pesanti sconfitte.

Guardate ogni singola vostra risorsa e fate in modo che lavori al meglio. I membri del team devono essere propositivi. Per esserlo vanno ascoltati e inseriti in un gruppo dove il successo di ogni impresa sia poi fonte di gratificazione per tutti.